Rianimazione l’importanza del primo soccorso

rianimazione primo soccorso

Gli incidenti purtroppo sono all’ordine del giorno. E non stiamo di certo solo parlando degli incidenti automobilistici, anche in casa infatti è sempre possibile che accada qualcosa di brutto. Basta un momento di disattenzione ed è possibile ad esempio cadere dalle scale andando a sbattere la testa in modo violento, giusto per fare un esempio di un incidente davvero molto comune. Gli incidenti sono all’ordine del giorno poi anche sul posto di lavoro, nei negozi, nei ristoranti.

In tutte queste situazioni la prima cosa da fare è chiamare un’ambulanza. È davvero molto importante infatti che arrivi sul luogo un medico che possa intervenire nel miglior modo possibile per far sì che il problema venga arginato del tutto e che la persona che ha subito l’incidente possa tornare a sentirsi meglio.

Rianimazione: massaggio cardiaco, respirazione bocca a bocca e importanza del primo soccorso

 

Sarebbe però consigliabile che tutte le persone adulte seguissero un corso di primo soccorso. Pensateci un attimo, se tutti sapessimo come comportarci sarebbe possibile intervenire in modo tempestivo. Ovviamente anche nel caso di persone preparate con un corso di questa tipologia, la prima cosa da fare è chiamare l’ambulanza, ma prima ancora che arrivi un medico è possibile dare una mano, iniziando ad esempio il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca.

Nel caso di persone incoscienti è infatti proprio questa manovra che è necessario effettuare, manovra che tutti abbiamo avuto modo di vedere nei film e che proprio per questo motivo crediamo di saper praticare alla perfezione. Sembra facile infatti, ma ci sono alcune importanti regole da seguire per evitare di arrecare più danni di quelli che già sono stati fatti. Proprio per questo motivo è necessario che sia un medico a spiegare in modo accurato tutti i passaggi che devono essere effettuati. Il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca devono essere spiegati in modo teorico ovviamente, ma è molto importante che vi sia anche una parte pratica, che nei corsi di solito viene effettuata su dei manichini appositamente realizzati.

Non solo, un corso può aiutare a scoprire anche come trattare i bambini che cadono in arresto cardiaco. Il corpo dei bambini è più fragile e piccolo di quello di una persona adulta e proprio per questo motivo è di fondamentale importanza saper intervenire correttamente, per evitare di fare del male al bambino e di aggravare la sua già precaria situazione.

L’addetto al centralino del 118 che vi risponderà quando cercherete un’ambulanza, vi chiederà se siete in grado di effettuare questa manovra e ovviamente vi aiuterà e vi offrirà supporto nel caso in cui decidiate di intervenire. A dire la verità in molti casi è possibile che vi venga chiesto di intervenire comunque, anche se non avete conoscenze specifiche, perché il luogo da raggiungere magari potrebbe risultare troppo lontano o perché a causa del traffico o di altri inconvenienti potrebbe volerci più tempo del previsto. E, soprattutto nel caso di un arresto cardiaco, anche poche manciate di secondi possono fare la differenza.

Ci rendiamo perfettamente conto che si tratta di situazioni davvero molto delicate in cui nessuno vorrebbe ritrovarsi, ma è importante cercare di capire che purtroppo sono cose che capitano e che potreste trovarvi a viverle quando meno ve lo aspettate. Non pensate anche voi che sarebbe meglio essere quanto più possibile preparati?